👆

Un manifesto di amore e disobbedienza per i 'territori del disagio'

Questa è una chiamata per tutti quelli che sono partiti, per quelli che sono tornati e per quelli che restano. Per tutti quelli che vogliono contribuire ad invertire il racconto del proprio Sud

C'è un Meridione definito 'del disagio'* sulla base degli indicatori del livello di istruzione, del mercato del lavoro e dell’elevata densità di popolazione. Un territorio in fondo a tutte le classifiche nazionali, dalla salute, alla scuola, alla partecipazione civica.
‍
Qui, più che da altre parti, c'è bisogno di Scostumati.

‍C'è bisogno di quelli che non ci stanno, c’è bisogno di quelli che, nel pieno spirito del Sud, si ribellano alle idee e alle pratiche dominanti che non ci piacciono, valorizzando e moltiplicando quelle iniziative che contribuiscono ad invertire la sua definizione, che nei numeri oggi fa perdere il miglior racconto di sé. 

*Nel 2015 l'ISTAT ha classificato (in modo sperimentale) le aree metropolitane di Napoli, Palermo e Bari Nord come 'territori del disagio'. Queste zone sono associate a connotazioni socioeconomiche fortemente critiche. Gli scostumati vogliono portare l'attenzione sui fenomeni comuni a questi e altri territori del mezzogiorno.
Voglio essere un* scostumat*
DA DOVE PARTIAMO?
SPESA SOCIALE E WELFARE
9€ / abitante
è la spesa sociale dei territori del disagio ed è la più bassa in Italia.
AMBIENTE E SOSTENIBILITĂ€
il 14,6% (quota maggiore) degli illeciti ambientali in Italia avvengono in Campania
EDUCAZIONE E PARTECIPAZIONE CIVICA
il 78% dei 6-17enni in Campania, Sicilia e Calabria soffrono di povertĂ  educativa
FORMAZIONE E LAVORO
il 40% (circa) dei giovani 15-29enni nei territori del disagio non lavora né studia

QUALI SONO LE NOSTRE CAUSE?

Proponiamo atti di resistenza per la sopravvivenza delle nostre comunitĂ . Momenti di attenzione esagerata. Combinazioni casuali di competenze acquisite negli anni per restituire valore.

Cosa FACCIAMO?

Combiniamo le realtà locali, che lavorano e presidiano i territori per contribuire ad affrontare le sfide del Sud (e non solo), con chi può e vuole partecipare, su specifici campi di interesse, con le proprie “armi” e da qualsiasi posto si trovi, vicino o lontano, per esagerare le iniziative che oggi stanno invertendo il racconto ed applicarci perché le sfide locali sono sfide comuni e condivise.

combiniamo

‍Serate, aperitivi e incontri per scambiarci storie. Creiamo comunità offline e online, amplifichiamo le interazioni, ci contaminiamo.

ESAGERIAMO

Amplifichiamo le azioni degli scostumati che si attivano per delle cause locali. Vogliamo parlare e restituire visibilitĂ  alla loro prospettiva speciale.

CI APPLICHIAMO

Momenti informali di incontro per cambiare le cose. Hackathon e laboratori per elaborare nuove soluzioni che riguardano il territorio e i suoi fenomeni sociali.

Siamo un collettivo informale e aperto di giovani designer, innovatori, ingegneri, architetti, artisti, comunicatori, cittadini, persone… che vogliono invertire il racconto di quel Sud definito 'del disagio'.
Rappresentiamo alcune zone della Campania e del Meridione italiano.
‍
Siamo una comunità diffusa di studenti e professionisti che hanno voglia di mettere a sistema le proprie competenze per ripensare le soluzioni ai problemi di un territorio dove è particolarmente forte il contrasto tra il disagio e l’eccellenza.

Siamo meridionali polemici, scocciatori, arroganti, fastidiosi
, ma siamo anche quelli che non hanno tempo per lamentarsi e per scaricare responsabilitĂ , ma solo per prendere iniziativa e andare avanti.

Siamo scostumati, stiamo arrivando e daremo fastidio.
‍

Le cause per cui applicarti

Cultural
community Jam
Una maratona digitale di progettazione, che si terrà online dal 19 al 21 giugno, per ridisegnare le geometrie dei parchi culturali, re-immaginando gli spazi, gli eventi e le occasioni culturali collettive nell'era post-covid.  
‍
L’obiettivo dell'evento è la progettazione collaborativa di un modello replicabile open source di parco culturale per la comunità che sia accessibile e sicuro.

Organizzata insieme all'associazione
Pessoa Luna Park!
Partecipa all'evento!
Le cause per cui applicarti

Hack terra dei fuochi
C'è un'area tra Napoli e Caserta che chiamano Terra dei Fuochi. Una terra vittima delle ecomafie, che vive le conseguenze dell'interramento e dell'incendio di rifiuti tossici degli ultimi 20 anni.
Guarda tutte le cause

ALCUNE facce

CLAUDIA ZAMPELLA

Designer di servizi e di esperienze formative.
Formata a Milano, Hannover, Shanghai e nelle peggiori province di Italia. Lavora con Onde Alte facendo progetti di innovazione sociale per i giovani, le imprese e il terzo settore.

sara lauro

Architetta e consulente di innovazione sociale
e rigenerazione urbana. Formata a Napoli, Madrid e Venezia, ma soprattutto “sul campo”. Collabora con Social Seed, accompagnando la nascita e l’implementazione di progetti di innovazione sociale e di imprese non profit.

XXXXXX

xxxxx
Senti di essere anche tu un* scostumat* ?

Vogliamo che questo collettivo sia un'opportunitĂ  per tutti giovani meridionali che desiderano portare competenze e voglia di fare nel proprio territorio.
‍
Diventa parte della rete degli Scostumati.
Si, mi interessa!
Vuoi prenderti un caffè con noi o partecipare agli eventi?
Vuoi tenerti aggiornato sulle nostre iniziative?


‍

Scrivici a info@scostumati.org